Home » Riferimenti » Piattaforma di arte e creatività a Guimarães, Portogallo
Riferimenti

Piattaforma di arte e creatività a Guimarães, Portogallo

Pitágoras Architects

Gli edifici che costituiscono il mercato comunale e lo spazio da loro definito - comunemente chiamato “la piazza”, un nome ereditato dalla piazza del mercato – sono, come unità, elementi caratteristici elementi del paesaggio urbano della città di Guimarães. I terreni del vecchio mercato comunale vantavano una posizione privilegiata e molto centrale, con accessi eccellenti, molto vicini a piazza Toural e al centro storico.

Con questo progetto, la trasformazione della posizione del mercato in uno spazio multifunzionale (dedicato alle attività artistiche, economiche, culturali e sociali, all’interno degli obiettivi della Capitale Europea della Cultura 2012), ha permesso la reintegrazione fisica e funzionale dentro il tessuto urbano, per diventare una realtà e così recuperare un’area chiave dello spazio cittadino. In più, l’operazione è stata estesa a terreni adiacenti, permettendo la rigenerazione dello spazio interno dell’isolato, che era totalmente non caratterizzato, come risultato della sua occupazione da parte di un’industria che lavorava il marmo.

Il programma ha fornito un chiaro concetto e ha definito gli obiettivi che si volevano raggiungere con questa infrastruttura, elencando una serie di competenze e spazi che costituiscono il programma funzionale sia del nuovo che del vecchio edificio, così come i lotti vicini di terreno. A questo proposito, sono state definite tre principali aree di programma:

  • Centro d’Arte, che ospita una collezione permanente, in questo caso la Collezione di Josè Guimarães, un’area di esposizione temporanea, uno spazio multifunzionale per altre attività, performance e mostre, oltre ad una serie di servizi complementari.
  • Laboratori Creativi (uffici di supporto per il business), per la promozione di attività riguardanti le industrie creative, permettendo lo sviluppo dei progetti imprenditoriali.
  • Workshop per Sostenere le Creatività Emergenti, che consiste in spazi di lavoro e di professionalità creative destinati a giovani artisti in varie aree, che desiderano sviluppare progetti di carattere temporaneo.

Alla fine, si è voluto recuperare l’edificio esistente sul lato est, con l’intento di promuovere attività commerciali complementari che potrebbero potenziare la creazione di uno spazio comprendente attività culturali multidisciplinari.

L’intera struttura, secondo il programma, sarebbe di complemento alle capacità esistenti della città, così come quelle che si stanno sviluppando nel contesto della Capitale Europea della Cultura.

Interpretando il programma, noi vogliamo che ciascuno dei suoi componenti possa funzionare indipendentemente e simultaneamente, garantendo accessi per ciascuno dei vari servizi e aree di supporto, così come le piazze esterne e il giardino.

Abbiamo optato  per una metodologia di intervento che coinvolgesse la riabilitazione dell’edificio esistente verso est, mantenendo materiali e finiture, ma rifacendo l’intero interno al piano terra (livello 0). Nell’edificio a nord, per le ragioni già esposte, si recupera la facciata che guarda sul viale, che caratterizza l’edificio, ma si demolisce quasi completamente e si riprogettano i suoi interni e la facciata verso strada.  Sebbene si intenda mantenere le dimensioni e le esistenti relazioni formali, proponiamo una nuova soluzione per l’edificio, che promuova una forte relazione con la piazza e sottolinei la relazione di questa struttura con lo spazio esterno.

Il nuovo edificio assume un linguaggio radicalmente differente, per contrasto con l’ambiente circostante, sia dal punto di vista della sua espressione e dell’immagine, discreta e ripetitiva, così come per successioni di volumi, con pieni e vuoti, marcati dalla giustapposizione di superfici contrastanti. Il rivestimento - una griglia di profili in ottone e superfici vetrate cromate sulle facciate ventilate - accentua una varietà di finiture superficiali che si intende evidenziare: nel caso delle strutture metalliche, più dense ed opache nella maggioranza dei lati, e velatamente trasparenti quando si tratta di superfici vetrate che nascondono intenzionalmente le poche aperture dell’edificio.

Questa serie di volumi ed elementi dissonanti, che risultano dalla de-composizione del volume iniziale, era stata originata dal bisogno di creare una varietà di differenti spazi nell’area espositiva, creando una evidente tensione nella volumetria dell’edificio e nella relazione tra gli spazi della piazza, facendola diventare il principale protagonista del design.

Per la piazza, noi abbiamo formulato una proposta con un disegno significativamente molto asettico e un rivestimento con lastre di cemento, come contrappunto degli edifici circostanti, caratterizzata come una ampia reception e una area multifunzionale di incontro, che si traduce in una forma fisica, sintetizzando la sua vocazione naturale di spazio pubblico.

Sarà un’area volutamente sotto accessoriata, con la preservazione dei grandi alberi sul lato est, con l’introduzione di qualche elemento di vegetazione lungo l’edifico nord, ma lasciando la maggior parte degli spazi liberi per permettere lo sviluppo  di numerose attività, organizzate o spontanee, dentro o fuori gli ambiti della Piattaforma. L’arredo urbano usato nella piazza comprende elementi mobili, che consentono una fruizione ancora più versatile.

 

Condividi con: 

Edificio

Proprietario: 
Guimarães City Council
Data di completamento: 
2012
Paese: 
Portogallo
CAP: 
4810-535
Città: 
Guimarães
Via: 
Avª Conde Margaride, 175

Categorie

Applicazioni: 
Facciate
Tipo di edificio: 
Cultura
Rame utilizzato: 
Ottone
Proprietà: 
Nuovo

Architetto

Nome / Studio: 
Pitágoras - Arquitectura e Engenharia Integradas, Lda
Indirizzo / descrizione: 
Rua João Oliveira Salgado 5 C – Costa4810-015 Guimarães PortugalPhone: (+351) 253 419 523 / 253 519 149Fax: (+351) 253 518 749E-Mail: pi.arquitectos@pitagoras.pt

Concorsi

Stagione: 
2013
Categorie: 
Finalista
Vincitore

Find out more

Marco Crespi

Continuando la navigazione in questo sito, acconsenti all’uso del cookie. Per saperne di più, clicca su questo link.

Accetto