Home » Riferimenti » Mercato comunale a Dabas, Ungheria
Riferimenti

Mercato comunale a Dabas, Ungheria

13 pics
7 pics
Anett Mizsei

Il nuovo mercato comunale di Dabas è parte del processo di rivitalizzazione che sta avendo luogo in questa piccola cittadina ungherese di pianura. Circondata da edifici pubblici come il municipio, la stazione di polizia e una scuola, la nuova costruzione aiuta a definire il luogo del mercato come cuore dinamico della città.

Il sito ampio ha permesso ai progettisti di incorporare i parcheggi, le strutture dei trasporti e uno spazio per fiere ed eventi. Altri edifici ad uso commerciale e un parco nei pressi rafforzano lo spazio pubblico, sebbene non turbino la tranquillità rappresentata dal municipio e la piazza vicina. Le linee segmentate e la torre asimmetrica conferiscono
all’edificio una forma non usuale. La luce gioca sul brillante rivestimento in rame e le lastre metalliche sembrano un origami appena terminato da un gigante.
Le strisce in rame attorno alle finestre in legno rosso rafforzano la natura giocosa dell’edificio. Dal momento che il rame patinerà normalmente, le finestre acquisiranno maggiore importanza finché, allo stadio finale di patinazione, il rosso del legno risalterà con il verde chiaro della facciata in rame.

Il rame ha accompagnato lo sviluppo umano nel corso della storia, sebbene solo di recente sia stato impiegato per facciate e rivestimenti di edifici. I due architetti Gyula Kiss e  Irén Járomi, hanno molta familiarità con le superfici che invecchiano naturalmente, cosi come abbiamo visto con la facciata in acciaio corten della Galleria d’arte Contemporanea di Paks.

La facciata a nord-est richiama le convenzionali strutture dei saloni, un semplice piano e ciò di cui un mercato ha bisogno: la torre con orologio. Questa facciata sembra chiudere l’edificio, come un sistema di blocco, ma al di là del muro c’è la classica struttura a tre navate. Il tetto sorge da questo frammentato prospetto verso sud-ovest, fino alla torre. La linea di colmo corre parallela a quella della strada adiacente, adattandosi alla compatta e vicina forma della città.

Il disposizione progettuale prevede di accogliere i clienti sul fronte lato strada, mentre il carico/scarico avviene nel cortile sul retro.Sotto il tetto c’è una struttura di travi in legno, le finestre permetto alla luce naturale di raggiungere lo spazio interno. Il tetto non è ventilato: significa che il calore viene trattenuto in inverno e il surriscaldamento evitato in estate. La trasparenza è raggiunta tramite aperture sulla facciata opposta, che permettono visuali che trapassano l’edificio.

Questo moderno mercato, al contrario di quelli vecchi, viene incontro a criteri di sicurezza e salute, sebbene perda alcune delle spaziosità associate ai mercati più storici tipo agorà. Questo edificio altamente visibile porterà presto nuova vita alla città e continuerà a giocare una parte significativa nella vita quotidiana degli abitanti di Dabas.

Condividi con: 

Edificio

Proprietario: 
città di Dabas
Data di completamento: 
2011
Paese: 
Ungheria
CAP: 
2370
Città: 
Dabas
Via: 
Iskola u.
Luogo: 

Categorie

Applicazioni: 
Condotti per aria
pluviale a sezione rettangolare
Facciate
Facciate/Lastre aggraffate
Conversa
Sopra i tetti
Altro
Pluviali
Abbaini, lucernari
Tetti
Tipo di edificio: 
Centri commerciali, negozi
Spazi pubblici, parchi
Rame utilizzato: 
Naturale
Proprietà: 
Nuovo

Architetto

Nome / Studio: 
Kiss Járomi Architects
Indirizzo / descrizione: 
Kiss Gyula DLA Ybl-prize architect - Kiss Járomi ArchitectsJáromi Irén Ybl-prize architect - Kiss Járomi ArchitectsNagy Márk, Kéki András - Kiss Járomi ArchitectsHorváth Kund - HMS-Plan Mérnökiroda Kft.Füzy Barnabás - SOKON Kft.Lovas Albert - Optiterv Kft. Szabó László - Szunvill Bt.Német Krisztina, Bársony AntalBecsák Péter - Terraquia Kft.Bújdosó GézaSZIE Ybl Miklós ÉTKBódi AttilaKEVIÉP Kft.SOKON Kft.

Contractor per il rame

Titolo: 
SZAVÉP Kft.

Concorsi

Stagione: 
2013

Find out more

Marco Crespi

Continuando la navigazione in questo sito, acconsenti all’uso del cookie. Per saperne di più, clicca su questo link.

Accetto