Home » Riferimenti » Ingresso all'Università di Debrecen, Ungheria
Riferimenti

Ingresso all'Università di Debrecen, Ungheria

Gábor Szilágyi

Un istituto di ricerca e il suo edificio rappresentativo, un discorso architettonico su scala urbanistica, la correlazione ergonomica di natura e architettura, il minimalismo e i materiali delicatamente applicati, l’interazione formativa di architettura e arte: questi punti di congiunzione sono alla base della percezione dell'Istituto di Scienze della vita e il suo edificio-biblioteca a Debrecen (Debreceni Élettudományi Intézet Épülete és Könyvtára) degli architetti János Golda e Gábor Szenderffy, ed il portale annesso progettato dallo scultore János Megyik.

L’ingresso alla biblioteca dell'Istituto di Scienze della vita svolge un ruolo architettonico centrale. Consiste in un elemento verticale di circa 15 m di altezza e in un elemento di collegamento orizzontale appoggiato sull'edificio a livello del tetto. Il nucleo della costruzione è punteggiato in modo irregolare da cemento armato ricoperto da lastre di rame prepatinato verde, articolato da aggraffature e giunzioni trasversali. L’aggraffatura è la tecnica per unire lastre contigue di rame o altri metalli per la copertura del tetto. Il reticolo di giunzioni orizzontali e verticali è funzionale: tiene insieme le lastre di rame e svolge un ruolo nelle proporzioni e nell’effetto visivo dell'oggetto.

L’ingresso creato da János Megyik è l'essenza dell’attuale lavoro della vita dell'artista, che si concentra su prospettiva e geometria proiettiva. L’ammasso di linee ritmicamente frammentate è dato dall'applicazione di piani risultanti dall'analisi prospettica e dall'uso della geometria proiettiva di un disegno di Megyik (Tavolo e Sgabello) considerato come un quadro primario della sua arte. Il prodotto risultante mostra una trama intricata -ma strutturata- di connessioni geometriche. Le aggraffature rimandano alle precedenti costruzioni in legni dell'artista, un metodo che ha applicato per modellare altre costruzioni, così come vari spazi immaginari basati su piani architettonici (ad esempio Santa Maria Novella a Firenze, 1980-81), interpretando la creazione come un quadro e come modello architettonico.

Tuttavia, la porta di Debrecen mostra un'affinità inequivocabile con le ultime opere dell'artista, caratterizzate da superfici forate, forme positive-negative o tagli superficiali, così come la multicentricità derivante dall'applicazione di diversi punti di vista. Con le sue nuove opere, Megyik parla simultaneamente della forma e dell'intenzione di creare forma attraverso la forma, l'opera d'arte e l'assenza di essa, lo spostamento dei centri di gravità e la ricerca di nuovi equilibri, nuovi centri. In questa prospettiva, i fondamenti geometrici della porta di Debrecen - un'opera notevolmente ingrandita - creano un'eccitante tensione tra i contorni moderni dell'edificio e la propria rete di linee superficiali, spostando e reinterpretando la struttura spaziale purificata creata dagli edifici. La sostanza simile a una parete dell’ingresso accosta le superfici di vetro dei due edifici e fornisce una lettura verticale dalle sue aperture, attirando lo sguardo verso l'alto, verso il cielo. Una delle principali funzioni della presenza della porta è quindi lo spostamento, la ricerca e il riposizionamento dei centri di gravità. camminando lungo il rettilineo del percorso, l’ingresso ci fa girare verso di esso, ci costringe a fermarci arrivando al di sotto e - esaminando le linee trasversali, i ritmi e le aperture - ci fa sperimentare la vitalizzazione della geometria dell'edificio.

 

A Debreceni Élettudományi Intézet és Könyvtár kapuja

Az egyetemi városként is emlegetett Debrecen és a régió számára komoly érték teremtődött, amely sokrétű és példaértékű párbeszéd kezdeményezője lehet még a jövőben.

 

Intervista con lo scultore János Megyik ( in ungherese con sottotiloli in inglese). Video girato da Gábor Szilágyi e Frank Foreman.

Condividi con: 

Edificio

Proprietario: 
Debreceni Egyetem
Data di completamento: 
2005
Paese: 
Ungheria
CAP: 
4010
Città: 
Debrecen
Via: 
Egyetem tér 1.
Luogo: 

Categorie

Applicazioni: 
Facciate
Facciate/Lastre aggraffate
Tipo di edificio: 
Sanità, case di cura
Scuole e Università
Rame utilizzato: 
pre-inverdito
Proprietà: 
Nuovo

Architetto

Nome / Studio: 
Golda János, Szenderffy Gábor
Indirizzo / descrizione: 
János Megyik - Artist

Contractor per il rame

Titolo: 
Szolnok „Kas” Kft.
Indirizzo e descrizione: 
5000 Szolnok, Pálfy János út 20., Hungary

Continuando la navigazione in questo sito, acconsenti all’uso del cookie. Per saperne di più, clicca su questo link.

Accetto