Articoli

Come cambiano nel tempo le superfici di rame?

Una nuova funzione sul nostro sito mostra come evolvono i rivestimenti in rame e leghe di rame su diversi edifici europei.

Lo sviluppo naturale della patina è una delle caratteristiche principali del rame: esposto agli agenti atmosferici, forma uno strato superficiale che lo protegge e lo fa durare per molte generazioni. 

I cambiamenti sono graduali e non sempre prevedibili con certezza - proprio come il tempo, che cambia in continuazione... La concentrazione degli elementi nell'aria (come umidità, sostanze saline o inquinanti) determinano la composizione e le capacità protettive della patina, nonchè il suo aspetto cromatico e la velocità di cambiamento nel corso del tempo.

Di seguito, ecco una tipica evoluzione delle leghe di rame impiegate in architettura:

  • Rame – in pochi giorni comincia ad ossidarsi, perdendo la lucentezza metallica e acquisendo una brunitura che diventa sempre più scura (tipo color "testa di moro"), per poi diventare verde.
  • Ottone – una lega di rame e zinco. Il giallo brillante della superficie originale muta gradualmente verso un marrone-verde, che poi diventerà un marrone grigio e infine un marrone scuro-antracite. Superfici inclinate possono sviluppare una patina simile a quella del rame puro, seppure differente da esso.
  • Bronzo – una lega di rame e stagno. Il tipico rosso-marrone della lega "nuova" si sviluppa in maniera peculiare: vira verso il marrone con una sfumatura grigiastra; poi diventa marrone scuro-antracite ed infine verde, sebbene la patina ci impieghi molto più tempo a formarsi rispetto al rame puro.
  • Rame dorato – qui si intende una lega di rame e alluminio e zinco, molto stabile e che mantiene la sua nuance dorata nel tempo. Si comporta in maniera differente dal rame puro, contenendo nell'ossido protettivo superficiale i tre elementi in lega; così la superficie conserva la sua colorazione, perdendo solo un po' della lucentezza iniziale e acquisendo un aspetto dorato opaco.

Alcuni esempi di questa trasformazione li puoi vedere sul nostro sito. Per farlo, vai nella pagina dei riferimenti e clicca sul filtro "surface evolution",  poi su "Applica"; in alternativa, puoi cliccare direttamente qui. Buona navigazione!

Inoltre, se vuoi approfondire gli aspetti tecnici dei cambiamenti delle leghe di rame esposte agli agenti atmosferici- come l'influenza della pendenza e del luogo - puoi cliccare sotto e leggere l'articolo "Lastre di rame, passivazione e rilascio", pubblicato nel 2005 su Lamiera

Condividi con: 
Come cambiano nel tempo le superfici di rame?Come cambiano nel tempo le superfici di rame?

Continuando la navigazione in questo sito, acconsenti all’uso del cookie. Per saperne di più, clicca su questo link.

Accetto